Le radiazioni naturali possono causare errori nelle rilevazioni posturo-stabilometriche?

La radiazione naturale causa di errori nelle rilevazioni posturo-stabilometrici

Un giovane ricercatore marchigiano, Arturo Carducci, allievo del corso di formazione professionale di Tecnico di Posturometria presso l’Università “Jean Monnet” di Bruxelles, ha sviluppato una tesi dal titolo “Errori nella rilevazione e nella valutazione dei parametri posturo-stabilometrici di origine ambientale”. (clicca qui per vedere)

Studiando, infatti, i risultati ottenuti analizzando gli esiti delle indagini posturometriche su cento pazienti, Carducci ha potuto evidenziare che, se il paziente era posizionato in corrispondenza di una micro-area di radioattività naturale di tipo gamma, l’apparecchiatura forniva un errore diagnostico.

Come riportato testualmente dal ricercatore nelle sue conclusioni, la radiazione naturale causa un effetto evidente, “quello di far sembrare patologica una situazione posturale in certi versi nella norma se vissuta lontano da fonti di radiazione”.

La soluzione è: schermare le apparecchiature elettromedicali!

In occasione della sperimentazione, si è avuto conferma anche della validità del sistema di radioprotezione GEOPROTEX® che, applicato sotto la postazione della macchina elettromedicale, permetteva di ottenere risultati corretti anche in presenza della micro-area perturbata. 

In conclusione, è bene che i produttori di apparecchiature elettromedicali diano all’operatore sanitario tutti gli strumenti necessari per evitare di commettere degli errori diagnostici, non causati dall’apparecchiatura o dallo stesso operatore, ma dalla postazione del paziente.

Alla luce di quanto evidenziato, alcuni produttori di elettromedicali, insieme al prodotto, offrono come accessorio l’apposito schermo antiradiazioni da posizionare sotto la postazione del paziente, in modo da evitare che i propri clienti incorrano in macroscopici errori diagnostici.

La domanda è d’obbligo: 

cosa accade dunque ad un uomo che per anni staziona in corrispondenza di tale radiazione?…

Condividi le informazioni

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram

Per ulteriori informazioni sulle soluzioni alla problematica delle radiazioni dal sottosuolo, contattaci qui! Rispondiamo al 100% entro le 72 ore

Vuoi vedere le nostre soluzioni?